lunedì 21 maggio 2012

Google Chrome batte Microsoft Internet Explorer

Chrome supera Internet Explorer: il browser di Google riesce, nelle prime settimane di maggio 2012, a conquistare un numero di navigatori sul web maggiore di quelli che utilizzano il browser della Microsoft. La società StatCounter, specializzata in analisi e statistiche relative al web, conferma il passaggio di consegne tra i due software dando merito a quello di Mountain View per un supporto pressocchè perfetto ai nuovi standard del web, ottima velocità e soprattutto un grosso numero di estensioni e widget in grado di soddisfare ogni esigenza. Anche Mozilla Firefox, fino a poco tempo fa in cima alle preferenze soprattutto degli sviluppatori e power-users, vede diminuire il proprio gradimento e si piazza al terzo posto assoluto, seguito a distanza da Apple Safari ed Opera. Anche se è evidente lo sforzo di Microsoft per creare un browser migliore con IE9 rispetto ai lacunosi IE8 e 7, la politica messa in atto da Google ed i continui aggiornamenti e miglioramenti sul fronte di velocità ed affidabilità hanno lasciato il segno: per provare Chrome nella versione localizzata in italiano e disponibile per tutti i sistemi operativi Microsoft Windows, Linux e Mac Os X, basta digitare nella barra degli indirizzi google.com/chrome?hl=it ed effettuare il download, dopo l'accettazione dei termini di utilizzo del software, del pacchetto adatto al nostro Pc.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Terremoti, app per iPhone ufficiale INGV

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV ha aggiornato e reso disponibile online sull'App Store l'applicazione ufficiale che raccoglie tutti i dati relativi ai terremoti in Italia. Compatibile con i recenti dispositivi iOS, inclusi Apple iPhone/iP*d, mostra gli ultimi terremoti ordinati per data ed intensità della scossa e, sfruttando la posizione Gps del terminale che ne fa richiesta, può dare la distanza in km dall'epicentro del terremoto. E' anche possibile fare una ricerca, nella nostra zona, degli ultimi terremoti più vicini specificando un intervallo di date. Una volta avviata l'app, che impiegherà un pò di tempo per caricarsi a causa del database che contiene, tra l'altro, le mappe in alta definizione della cosiddetta "pericolosità sismica", è possibile aggiornare i dati degli ultimi 3 giorni o l'intero database scaricandolo dal sito dell'INGV. INGVterremoti versione 1.5 può essere scaricata digitando nel proprio iPhone l'indirizzo itunes.apple.com/it/app/ingvterremoti/id424180958. Se invece volete dare uno sguardo agli ultimi sismogrammi online aggiornati in tempo reale, date pure uno sguardo al post precedente sismografi online in diretta. Sui social network, la pagina ufficiale dell'INGV su Twitter è raggiungibile all'indirizzo twitter.com/INGVterremoti e segnala con buona tempestività gli ultimi sismi etichettandoli con l'hashtag #terremoto ed indicando magnitudo, orario UTC, latitudine, longitudine e profondità. Su Facebook invece NON ESISTE una pagina ufficiale, mentre all'indirizzo facebook.com/pages/Istituto-Nazionale-Geofisica-e-Vulcanologia/202877923518 è presente una fan-page di simpatizzanti e conta poco meno di 1000 Likers.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'