mercoledì 25 gennaio 2012

Terremoto al Nord, sismografi INGV e social network impazziti

Uno sciame sismico è stato registrato tra ieri sera e questa notte 25 gennaio 2012 a partire dall'una circa nel Nord Italia: preannunciato da scosse di magnitudo 2.9 nella zona di Verona, ha visto l'apice tra Parma, Mantova e Reggio Emilia questa mattina alle 9.00 con un picco di magnitudo 5. Il terremoto è stato avvertito distintamente anche a parecchi km di distanza dall'epicentro, ed in particolare a Genova, Milano e Torino, con migliaia di chiamate al 118 ed altrettanti messaggi di paura sui due social network più in voga del momento, Facebook e Twitter, preferiti di gran lunga a telefoni e cellulari per cercare notizie da parenti e amici e controllare la situazione. Fortunatamente, al momento non si contano danni ad abitazioni o persone, ma la situazione è imprevedibile. Così il sito dell'INGV, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (non è presente su FB in modo ufficiale ma solo tante pagine e gruppi fake), è preso d'assalto così come L'European Mediterranean Seismological Center (emsc-csem.org/Earthquake/seismologist.php o facebook.com/EMSC.CSEM sul social network in blu) o la nostra pagina che contiene i sismografi e sismogrammi aggiornati in diretta in tempo reale. Sul sito IESN all'indirizzo iesn.it/index.php/mappe-eventi.html è presente la cronologia degli ultimi terremoti mappati tramite Google Maps, mentre è possibile vedere tutti i sismografi distribuiti sul territorio italiano suddivisi per regione con canali verticali, nord/sud ed est/ovest. Qui sotto riportiamo il tracciato relativo a Verona:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'