mercoledì 17 ottobre 2012

Anonymous vendica Amanda Todd

Anonymous, il gruppo hacker internazionale che tanto ha fatto parlare di se in questi anni con attacchi plateali a siti governativi, istituzionali ed alla stessa chiesa cattolica, ha in queste ore diffuso sul web i dati personali del presunto stalker che ha spinto la giovane Amanda Todd al suicidio dopo 3 anni di ricatti e violenze psicologiche. Su pastebin infatti compaiono questi dati riferiti ad un certo Kody Maxson il quale, nella peggiore delle ipotesi secondo Anonymous, è proprio il cyber criminale che ha sulla coscienza la 15enne Amanda. Questo pubblicato in basso è l'ultimo dei messaggi su pastebin, mentre il precedente, visibile all'indirizzo pastebin.com/X4pd8bLM contiene molti altri dati ivi inclusi indirizzo email, foto, nick utilizzati, pagine Facebook, Twitter, Google+, Wikipedia, Tumblr, DeviantArt, YouTube, JustinTV, forum frequentati e molti altri dettagli. La polizia canadese, come specificano varie testate online, teme ritorsioni e gesti violenti da parte della cittadinanza nei suoi confronti.

    Identity: Kody Maxson 
    (Full name: Dakota William Shain Maxson)
    Online Username: kody1206
    Location:Sapper St, New westminster,BC
    Birthdate 1980, age 30
    Video: http://www.youtube.com/watch?v=pYk19SD4FCs

    We Are Anonymous.
    We Are Legion.
    We Do Not Forgive.
    We Do Not Forget.
    Kody Maxson.
    Expect us!

Intanto sul social network Facebook i gruppi e le pagine dedicate alla vittima continuano a moltiplicarsi a dismisura: la pagina facebook.com/rip.amanda.todd.9696 sembra essere quella più frequentata con circa 1 milione di Like, ma contemporaneamente minacce e commenti sul presunto cyber-stalker vengono continuamente censurati.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Nessun commento: