mercoledì 30 novembre 2011

Google scommette su Plus ma...

... obbliga i nuovi utenti a fornire un numero di telefono cellulare! Un bel paradosso, soprattutto per chi non ha un account GMail attivo e deve registrarne uno partendo da zero. Il processo di registrazione fila liscio, basta fornire un indirizzo email già esistente ed una password di accesso abbastanza robusta (caratteri maiuscoli, minuscoli e simboli sono fortemente consigliati), ma, dopo la conferma tramite email avviene il patatrack: è richiesto un numero di telefono cellulare al quale spedire un sms con il codice di sblocco dell'account. Se, tempo fa, era la stessa Google a rassicurarci che gli algoritmi anti-spam funzionavano solo per alcuni provider a più alto rischio, col tempo sono rientrati nel gruppo anche l'usatissimo @libero.it... In pratica, Google da una parte vorrebbe portare nuovi utenti sul suo social network Google+ mettendo banner anche in homepage sul suo motore di ricerca, dall'altro però si rifiuta di aprire nuovi account ai servizi di Mountain View se non costringendo gli stessi a fornire dati reali con tanto di numero di telefono. E Facebook invece? Chiede direttamente la fotocopia della carta di identità per gli account bloccati e segnalati come falsi... Per la gioia degli internauti che, nel 99% dei casi, si rifiutano di fornirli ed aprono nuovi profili cloni dei precedenti :(

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'