martedì 29 novembre 2011

Facebook vale 100 miliardi

In barba alle persistenti polemiche riguardanti la privacy degli utenti, Facebook si appresta a sbarcare in borsa... ma senza troppa fretta. Questo perchè i "capricci" di Mr. Zuckerberg nella gestione dei dati privati degli iscritti al network potrebbero far oscillare il valore dei titoli scambiati ad ogni nuova magagna rivelata. Inoltre, FB sta pensando di aumentare di 10 miliardi di dollari la sua offerta pubblica iniziale (IPO, Initial Public Offering), cosicchè la valutazione complessiva del social blu arriverebbe alla cifra tonda di 100 miliardi di dollari, il 50% in più di quanto previsto solo 11 mesi fa e record per una azienda che lavora nel campo dell'Information Technology. La situazione in Italia del giocattolo di Mark Zuckerberg è tutta rose e fiori, e nello specifico si parla di oltre 21 milioni di utenti attivi, dei quali i due terzi effettuano almeno un login quotidianamente, a fronte di una platea di naviganti pari a 27 milioni complessivi: praticamente Google, la home page predefinita della stragrande maggioranza degli internauti italiani, sta per essere raggiunto da Facebook in quanto ad utilizzo del servizio. Il boom degli apparecchi mobili, tipo smartphone o iPod/iPad/iPhone, porta ulteriore traffico dati sul network in blu che, oltretutto, utilizzano in modo massiccio anche le applicazioni espressamente dedicate ai device mobili ed i giochi per Facebook... Per la gioia di chi investirà nelle azioni di Palo Alto e di chi non ha a cuore l'anonimato sul web, visto che negli immensi database della società sono raccolte tante di quelle informazioni che l'utente medio nemmeno immagina.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'