giovedì 1 settembre 2011

Kim Kardashian fan page foto e video

L'ereditiera più clickata del web è senza dubbio lei: non stiamo parlando della bionda eccentrica di casa Hilton ma di Kim Kardashian, un concentrato di curve al silico-botox che da alcuni giorni ha fatto registrare picchi di popolarità sul social network Facebook.Tant'è che alla pagina ufficiale della ragazza, raggiungibile e clickabile ad libitum dopo il consueto login a FB digitando l'indirizzo facebook.com/KimKardashian, il contatore è arrivato a quota 6 milioni e 250 mila fans, tutti (o almeno buona parte) alla ricerca di foto e video a pochi giorni dal matrimonio della modella, cantante, stilista, imprenditrice, prezzemolina tuttofare e tuttoapparire dello star system americano. Circola da tempo sul web un video mooolto privato che ritrae Kim Kardashian con l'ex fidanzato, il rapper Ray J, in atteggiamenti che nulla lasciano all'immaginazione. Proprio in questi giorni è giunta una maxi offerta per far sparire letteralmente dalla circolazione la pietra dello scandalo e si mormora che sia un regalo di matrimonio di Kris Humphries, il giocatore NBA sposato in California due settimane fa e che ha visto circa 450 invitati alla cerimonia, ivi incluse Eva Longoria, Avril Lavigne, Lindsay Lohan, le sorelle del tennis Venus e Serena Williams, Demi Lovato nonchè Mel B.

Per chi fosse interessato ad approfondire il fenomeno-Kim Kardashian, ecco la pagina sull'enciclopedia libera del web it.wikipedia.org/wiki/Kim_Kardashian. Sul social del cinguettio Twitter invece i followers sfiorano la soglia delle 10 milioni di unità, incredibile. Per contribuire anche voi o solamente per leggere cosa passa per la testa alla bella Kim, ecco l'indirizzo da digitare nel vostro fido browser: twitter.com/KimKardashian. A grande richiesta, pubblichiamo qui sotto due foto di come appariva Kim in abito da sposa.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Come lavorare per Facebook

Lavorare per una grande azienda dell'IT è un sogno che molti potrebbero realizzare, grazie ai nuovi sistemi di reclutamento che società come Google, Facebook o la stessa Mozilla hanno adottato. Pare infatti che finiscano nel loro libro paga molti hacker e pirati informatici che riescano a violarne i rispettivi software segnalando però i bug sfruttati in modo che possano essere corretti. Così accade che Facebook negli ultimi giorni abbia elargito una somma prossima ai 40.000 dollari ad un gruppo di hacker che è riuscita a scovare una serie di falle, anche critiche, nel social network più utilizzato della storia del web. Da Palo Alto stanno così cercando informatici di talento per arricchire la già folta schiera di ingegneri e specialisti di sicurezza: "Ci rendiamo conto che ci sono molti esperti con buone intenzioni nel mondo che non lavorano per Facebook e desideriamo premiare queste persone per il loro lavoro e incoraggiare altri a collaborare per trovare bachi nella sicurezza del nostro sistema". A dirla tutta, le tariffe elargite dal buon Mark Zuckerberg sono leggermente inferiori a quanto riconosciuto dalle parti di Mountain View, ma la complessità dello stesso Facebook rende più facile trovare buchi nel sistema rispetto alle "fortezze" create da Google, che, tra l'altro, raccoglie centinaia di segnalazioni ogni giorno anche tramite la voce "segnala un bug" in alto sulla destra nel menu con la nuova icona con la rotellina.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'