mercoledì 29 giugno 2011

Google+ Plus

E' tempo per Google di sferrare un deciso attacco allo strapotere mediatico di Facebook: dai vertici di Mountain View viene lanciato in questi giorni Google+, una rete sociale pensata nel più consueto stile di BigG. Ormai erano mesi che si vociferava di un nuovo social network e finalmente da ieri un numero ristretto di utenti ha potuto testarlo e, a quanto pare, l'idea è funzionale e vincente. Google+ ("Plus", per leggerlo all'americana) introduce una nuova barra in alto di colore nero nella homepage del motore di ricerca ed in tutte le webapps ad esso collegate, in una specie di condivisione trasversale tra i servizi e con un occhio di riguardo alla privacy. E' lo stesso Google a fare paragoni con la ben più blanda gestione "alla Facebook" con l'introduzione dei "Circles", le cerchie di amici che possono andare da se stessi, ai parenti, agli amici intimi, fino a rendere pubblico a tutti i contatti del web. Viene introdotto l'upload delle foto (Instant Upload), la Sparks, una specie di ricerca sociale, c'è ovviamente la chat Huddle, che tra l'altro supporta in modo impeccabile anche i dispositivi mobili e cellulari, ma anche video chat HangOut... Insomma, tante prelibatezze bollono in pentola dalle parti di Mountain View e, probabilmente, il plus offerto dalla memorizzazione e sincronizzazione automatica dei propri dati nella Google Cloud, ossia in remoto ed in modo totalmente trasparente per l'utente finale, sarà decisiva per decretarne il successo. Ma attenzione, già negli anni passati abbiamo visto ottimi servizi come Google Buzz essere ignorati ed andare a finire nel dimenticatoio del web 2.0: il successo di un'idea spesso è solo questione di fortuna!
Per chi se lo fosse perso su YouTube, ecco qui un breve video di presentazione del social network Google+

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'