lunedì 13 giugno 2011

Vale Rossi in Ducati: delusione su Facebook

Valentino Rossi in evidente affanno sulla rossa di Borgo Panigale proprio non va giu a Facebook: l'amaro in bocca per i numerosi (ex?) fan del folletto di Tavullia è diventato rabbia e frustrazione per i risultati deludenti ottenuti dal Dottore nelle gare in MotoGP disputate in sella ad una moto che, fino a pochi mesi prima e guidata da uno Stoner in versione "domatore di cavalli imbizzarriti", vedeva spesso e volentieri la bandiera a scacchi nonchè il gradino più alto del podio. E' pur vero che Vale46 è convalescente dall'incidente occorso 1 anno fa e che il suo stile di guida "scorrevole" mal si adatta alla scorbutica Ducati Desmosedici, ma risultati tanto brutti proprio non se li aspettava nessuno. Così su Facebook i commenti sarcastici si sprecano, e le cancellazioni ripetute dai gestori della pagina a poco sono servite. I ducatisti sul social network in blu si sentono traditi, persino Nicky Hayden è riuscito ad andare più forte di Valentino ed il risultato di SilverStoner non ha di certo contribuito a placare gli animi, con un Casey-missile che fa derapare la sua Honda come e quando vuole, mentre gli altri prendono lezioni di guida al limite guardando il canguro ex-Ducati andarsene giro dopo giro. Per fare un paragone Stoner/Rossi, basti pensare (parola di commento sulla pagina Ducati FB) ai tempi: Stoner sulla vecchia Desmosedici a Silverstone ha fatto registrare 2'04"111, mentre Valentino Rossi un 2'05"781. Per non parlare dell'ingaggio multimilionario che percepisce Rossi, non paragonabile a quanto prendeva Casey nemmeno dopo che ha riportato il mondiale piloti a Borgo Panigale. Insomma, Facebook sta letteralmente esplodendo di commenti contro Vale46 e rimpiange amaramente il canguro australiano che, per anni, ha affascinato tutti con le sue pieghe al limite delle leggi fisiche e la sua guida sempre oltre le possibilità della moto. Se volete lasciare un commento, effettuate il login a FB quindi digitate nella barra degli indirizzi: facebook.com/Ducati. Raccomandiamo però di moderare i termini altrimenti il commento sarà censurato dai gestori della pagina ufficiale Ducati... Tanto per cambiare!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'