mercoledì 8 giugno 2011

Facebook introduce i Tag automatici

Quanti di voi hanno amici che si divertono a fare l'upload su Facebook di foto in momenti sconvenienti? L'unica salvezza, finora, era evitare di essere taggati in quelle fotografie per mantenere un certo grado di dignità online... Facebook però ha ben pensato, senza alcun annuncio ufficiale ed attivando la funzionalità in modo silenzioso, di introdurre il tag automatico nelle foto. In cosa consiste?! Ogni volta che un utente loggato al network in blu effettua il caricamento di una foto, il sistema automaticamente (e senza che l'utente clicki alcunchè) attiva il riconoscimento facciale e tagga, ossia identifica, le persone presenti nell'istantanea scattata utilizzando il suo db e cercando tra gli amici dell'utente quelli che presentano i tratti più simili. La novità, molto discussa negli Stati Uniti perchè mette seriamente a rischio la privacy degli utenti registrati sul social network, esponendoli a tag incontrollati anche nelle foto meno convenienti, non è stata accolta di buon grado dalla comunità su Facebook. E non solo... molti denunciano una politica riguardante la privacy davvero invadente dai gestori del network, che abilitano di default il riconoscimento facciale esponendo tutti gli utenti al tag automatico senza il benchè minimo annuncio ufficiale, email o nota. L'unica salvezza consiste nel modificare a mano le impostazioni dell'account/gestisci privacy e disattivare il riconoscimento facciale su Facebook (facendo click su Personalizza Impostazioni c'è una voce in basso cripticamente chiamata "suggerisci agli amici le foto in cui ci sono io" - Quando assomiglio a una persona nelle foto, suggerisci di taggarmi, da settare su NO invece del SI imposto di default) per riprendere, almeno in parte, il controllo su quanto pubblicato su FB.
Per maggiori informazioni e le risposte alle domande più frequenti su foto e tag, potete visitare la pagina ufficiale sul network all'indirizzo facebook.com/help/?page=1194.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'