mercoledì 1 giugno 2011

Promesse da marinaio? Bossi, Mastella e gli sfottò su Facebook

E' stata senza dubbio una campagna elettorale molto politically incorrect giocata in larga parte sul web 2.0. Ricordate i falsi Mi Piace sulla pagina Facebook di Letizia Moratti, o la vicenda del quartiere Sookate Sucate nei pressi di Milano? Per non parlare di Red Ronnie, preso letteralmente di mira sulla propria pagina FB o di Gigi D'Alessio che ha poi optato, saggiamente, per annullare il concerto all'ombra della madonnina... Tra i tanti tormentoni e sfottò, ce ne sono due che stanno perdurando imperterriti nonostante il risultato delle elezioni suggerisse a vinti e vincitori di mantenere un certo contegno mediatico, e nello specifico parliamo dell'Umberto Bossi e di Clemente Mastella. Il primo aveva espresso l'intenzione di "tagliarsi le balle" se Pisapia non avesse vinto il ballottaggio con la Moratti e fosse diventato sindaco di Milano. E che dire di Mastella, pronto al suicidio se Luigi De Magistris fosse giunto al ballottaggio? Non solo, ha polverizzato il suo contendente cosicchè al leader dell'Udeur resterebbe solo l'estremo gesto. Ovviamente nessuno si aspetta nè dall'uno nè dall'altro il mantenimento della promessa, ma gli sfottò nelle pagine su Facebook aperte in queste ore si moltiplicano a dismisura, compresa quella degli utenti del network che ricordano ad Umberto di tagliarsi gli zebedei (facebook.com/pages/Ricordiamo-a-Umberto-Bossi-che-ha-promesso-di-tagliarsi-le-balle/170537846341477 che conta, al momento, 20.153 fans)... Nel peggiore dei casi eviteremo eventuali futuri cloni del Trota ahahha ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'