lunedì 30 maggio 2011

#dilloaobama, tormentone su FB e Twitter

"Nel mio paese c'è una dittatura... la dittatura dei magistrati". Così il buon Silvio Berlusconi al G8 si lamenta con un incredulo quanto perplesso Barack Obama dopo averlo preso in disparte. Il web, alla notizia, si è scatenato in una serie inesauribile di prese in giro: Facebook e Twitter pullulano di commenti ironici e storpiature, ma quella di più successo è senza ombra di dubbio il tag #dilloaobama apparso sul network del cinguettio ed, in poche ore, replicato su Facebook nella pagina ufficiale facebook.com/dilloaobama che, a dir loro, vanta il più grande numero di imitazioni e conta oltre 10.000 Like. Persino Roberto Benigni s'è scatenato in una finta telefonata al presidente degli Stati Uniti in un video esilarante ripreso da YouTube: "Barack... c'ho un problema... sto qui a Pesaro... tutti comunisti tremendi... c'è delle facce... non si lavano, puzzano..." e via discorrendo. Fatevi due risate ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'