mercoledì 4 maggio 2011

Star Wars Day, attesa per l'annuncio ufficiale...

Oggi si celebra lo Star Wars Day: come ogni anno, il 4 Maggio (che in inglese suona pressappoco come "May the Force [be with you]", il celebre saluto stellare in stile Lucas) fan della saga Guerre Stellari sono in attesa di novità. Sembra che quest'anno qualche indiscrezione sia trapelata riguardante la conversione in formato 3D dei 6 episodi o addirittura un nuovo film della saga Star Wars. L'attesa sarà ripagata tra poco più di 50 minuti all'indirizzo maythe4th.starwars.com che al momento presenta solo un contatore con la promessa che tutto sarà rivelato. Intanto su Facebook la trepidazione dei fans è alle stelle: se volete incrementare il contatore della pagina Star Wars Day al momento fermo a soli 16.000 like effettuate la consueta login al network e digitate nella barra del browser l'indirizzo facebook.com/pages/Star-Wars-Day-May-the-4th-be-with-you/289878049337 oppure facebook.com/pages/Star-Wars/112273525452146 che piace a 200.000 utenti di FB.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Mark Zuckerberg risponde a Julian Assange

Dopo le pesanti accuse rivolte da Julian Assange a Mr. Facebook per aver creato una macchina perfetta per spiare gli utenti che collaborava attivamente con le agenzie investigative statunitensi, la risposta di Mark Zuckerberg non si è fatta attendere più di tanto. Il patron di Facebook ha infatti replicato direttamente dalle pagine di Forbes alle accuse del cervello di Wikileaks: l'evoluzione della privacy su FB è tutta volta a migliorare la tutela e la sicurezza dei dati personali degli utenti iscritti. Per quanto riguarda l'accusa della macchina-spia, Zio Zuck ha ribadito che Facebook non è nè sarà mai al servizio di alcun apparato governativo o dell'intelligence americana e qualunque organo istituzionale voglia accedere ai dati contenuti nei propri database di un particolare utente deve essere autorizzato dalle forze dell'ordine tramite un apposito mandato. Come dire, niente esce dai server di Facebook senza che un giudice abbia apposto la propria firma al mandato.
Sarà anche così, ma qui in redazione alle favole di Zio Zuck ormai non crediamo più da tempo immemorabile...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'