martedì 22 marzo 2011

Larissa Riquelme nuove foto e 575.000 fan su Facebook applaudono

Su Facebook i fan di Larissa Riquelme sono cresciuti a dismisura dai poco più di 7000 dello scorso anno fino agli odierni 575.464, grazie ad un vero e proprio boom di sovraesposizione mediatica per la Riquelme che vuole toccare quota 1 milione di fan entro l'anno: traguardo, tutto sommato, alla sua portata vista la crescita record delle ultime settimane dei suoi fans. Se volete contribuire anche voi, ecco la pagina ufficiale su Facebook raggiungibile dopo il login digitando facebook.com/pages/LARISSA-RIQUELME/103541261009 nella barra indirizzi del browser installato sul vostro computer che contiene, ovviamente, una ricca gallery di foto della modella

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Birra Bohza fa crescere il seno, ennesima bufala su Facebook

Dalla Bulgaria ecco la birra Bohza che aiuterebbe le signore ad aumentare le dimensioni del seno: basta dunque alle operazioni di chirurgia estetica ed alle (inestetiche) protesi a base di silicone. Basterà bere un buon boccale di birra per poter vedere lievitare il proprio seno in modo del tutto naturale??? Ma quando mai, o almeno, a giudicare dai commenti su forum e blog i risultati sarebbero nulli o quasi. Probabilmente però è troppo tardi per evitare l'effetto virale e le voci che circolano di code ai bar e supermercati alla ricerca della Bohza, la birra dei miracoli che regalerebbe ben 2 misure (aargh!). Su Facebook sembra che la domanda più ricorrente non sia se funzioni oppure no, ma dove comprare questa benedetta birra Bhoza: sfortunatamente ancora non è arrivata, ma visto il successo negli altri paesi, Bulgaria in testa, dubitiamo che passerà più di qualche mese prima di vederla negli scaffali dei maggiori supermarket italiani. Una raccomandazione: non bevetela assolutamente se prevedete di dover condurre un veicolo a 2 o 4 ruote, mettereste in pericolo la vostra vita e quella degli altri visto che si tratta, nè più e nè meno, di una bevanda alcoolica!

---

Aggiornamento del 15 novembre 2011: la Boza o Bohza o Braga è una bevanda tipica dei paesi balcanici e della Turchia costituita da acqua, farina di miglio o di altri cereali, zucchero e lievito. Il miscuglio, lievemente alcoolico (circa 1 grado) è da secoli usato come energetico per colazione. La "furbata" è stata quella di farne una birra dal gusto particolare e, grazie ad un marketing particolarmente azzeccato ed alla promessa di far crescere il seno di un paio di taglie grazie ai suoi ingredienti, è diventata un vero e proprio fenomeno mediatico anche su Facebook, da sempre molto attento a questo tipo di pubblicità. Qui a destra la foto della bevanda Boza. Se volete la ricetta originale, potete fare riferimento a Wikipedia all'indirizzo translate.google.it/translate?hl=it&sl=bg&tl=it&u=http%3A%2F%2Fbg.wikipedia.org%2Fwiki%2F%25D0%2591%25D0%25BE%25D0%25B7%25D0%25B0 tradotto per chi non mastichi troppo il bulgaro...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook profili falsi e numeri

Un dato curioso che ha destato più di un semplice interesse: su Facebook gli abitanti virtuali delle città del mondo surclassano i cittadini delle stesse. Un problema che sembra coinvolgere tutte le grandi metropoli, ma il caso più eclatante è di sicuro Madrid: la capitale spagnola sfiora i 6 milioni di utenti che dichiarano di abitare lì su Facebook, quando in realtà all'anagrafe conta 3 milioni e 200 mila persone. Ma anche in Italia non siamo da meno, a Roma per esempio possiamo contare su 4.300.000 profili a fronte dei soli 2.865.000 residenti. Che succede al network in blu? E' abitato dai fantasmi oppure ci sono in circolazione troppi profili falsi? La verità è, come sempre, nel mezzo. Da una parte gli utenti che dichiarano abitare in una certa città, intendono in realtà tutto il territorio della provincia o, al limite, la regione. Che poi i profili falsi su Facebook siano all'ordine del giorno è un dato di fatto: basta effettuare il login e lanciare una ricerca per i nomignoli a sfondo sessuale nella barra superiore di FB per rendersi conto di quanti utenti aprano profili fasulli pubblicando foto di vip più o meno famosi soprattutto di genere femminile, tanto per cambiare. Che poi, ad essere puntigliosi, è un reato punibile dalla giustizia ordinaria con la reclusione (fino ad 1 anno, ocho!) quello di fingersi qualcun altro. Se poi si lede la reputazione del vip, artista, cantante o attore, possiamo perfino incappare nella diffamazione aggravata, danni all'immagine ed altre chicche del codice penale. Insomma, andateci cauti nell'aprire profili di fantasia sul network in blu, non si sa mai che un giorno poteste essere denunciati dai signori Nontelodico, Pallino (Pinco), Boh o perfino dall'Asinello del Presepe ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'