domenica 19 dicembre 2010

Google Body Browser

Da Mountain View non finiscono di stupirci: il nuovo progetto targato BigG, una vera chicca per gli amanti del web a scopo scientifico, si chiama Google Body Browser e permette di navigare il corpo umano esplorandone ogni dettaglio esterno e soprattutto interno. Un giro tra le vene del sistema circolatorio, oppure le ossa, come funziona ogni organo e molto altro ancora in una applicazione web (non c'è nulla da installare sul proprio computer, basta una connessione ad internet ed il supporto WebGL) per potercene andare a spasso manco si trattasse di Google Maps. Se avete figli o fratelli alle prese con le consuete ricerche di scienze, sapete dove andare a guardare: l'indirizzo per accedere al Body Browser è http://bodybrowser.googlelabs.com/ ma al momento supporta solamente Google Chrome beta e Firefox 4, in beta anche lui. Per i curiosi di tecnologia 3D applicata al web, segnaliamo un ottimo articolo su Wikipedia riguardante il layer WebGL per la visualizzazione di immagini tridimensionali sui browser a questo indirizzo: it.wikipedia.org/wiki/WebGL.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Tag facciale per Facebook

Dopo l'introduzione da parte di Google di algoritmi per il riconoscimento facciale nel suo pluritecnologico motore Images (images.google.com), anche Facebook si adegua ed, una volta messo a posto qualche problema di gioventù, è finalmente disponibile il riconoscimento facciale per tutti gli utenti che effettuano il login al network dominatore incontrastato delle classifiche di traffico e gradimento del web 2.0. In particolare, la piattaforma ha ora la capacità di riconoscere i volti dei soggetti nelle foto e suggerire nome e cognome degli utenti ritratti per i tag in modo automatico. Il pericolo, ovviamente e manco a farlo apposta, è ancora una volta per la privacy degli utenti iscritti a Facebook: ma, visto che Mark Zuckerberg è lungimirante (e non potrebbe essere altrimenti vista la barca di dollari che porta a casa per ogni istante di vita del suo social network) ha ben pensato di poter disattivare la funzionalità... Almeno questo!
Buon weekend e, soprattutto, buon freddo a tutti voi ;)

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'