lunedì 6 settembre 2010

Sarkozy è stronzo per Google?

Ci risiamo: alcuni hacker sono riusciti nell'intento di fare apparire la pagina Facebook del presidente Nicolas Sarkozy digitando nel motore di ricerca Google la parola "str0nz0" (o meglio, la sua traduzione in lingua francese trou du cul).
La tecnica è semplice e sfrutta la logica che sta alla base del funzionamento del motore di Mountain View: ogni pagina assume importanza sotto determinate query di ricerca se viene linkata da altre pagine contenenti quelle stesse parole. L'ultima volta era avvenuta la stessa cosa nel corso del 2009, quando era possibile raggiungere la pagina del presidente francese semplicemente scrivendo l'insulto e facendo click sul pulsante "Mi sento fortunato".Sorte comune anche a George W. Bush, passato alla storia del web con un "miserabile fallimento" (miserable failure), nonchè ad altri politici (qualcuno si ricorda di Berlusconi?). I responsabili del motore di ricerca difendono a spada tratta gli algoritmi che sono alla base dell'attuale indicizzazione del web: il Google Bombing è una pratica che altera l'integrità dei risultati della ricerca ma che non mina in alcun modo nè l'imparzialità nè la qualità delle pagine restituite.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'