lunedì 26 luglio 2010

Love Parade, tragedia anche su Facebook

La Love Parade, la manifestazione di musica techno nata 21 anni fa a Berlino e tenutasi in tantissime città europee e non (a Roma è stata celebrata col nome di Festival dell'Amore), è stato teatro di una delle più gravi tragedie negli ultimi anni. 19 vittime, tra le quali una ragazza 21enne italiana Giulia Minola, ed oltre 500 i feriti, anche in modo grave. Le accuse rimbalzano reciprocamente tra le autorità berlinesi e la polizia locale: Angela Merkel, il cancelliere tedesco, chiede la massima chiarezza e trasparenza nelle indagini per stabilire chi ha sbagliato ed evitare che simili tragedie si ripetano in futuro. Oggi però è il giorno del dolore, e tantissime sono le persone che si stanno recando presso la "galleria della morte" per lasciare un fiore, un messaggio o una dedica speciale per chi è rimasto intrappolato ed è stato schiacciato dalla folla.
Dalle immagini e dai filmati amatoriali che in queste ore sono stati pubblicati sul web, si vedono migliaia di persone letteralmente incastrate sotto il tunnel che spingono verso una uscita che sembra inarrivabile vista la calca: urla, grida, spintoni (la galleria è lunga 200 metri per circa 20 di larghezza, del tutto insufficienti a sopportare un flusso di oltre 300.000 persone), ad un certo punto scoppia il panico di massa probabilmente per mancanza di aria e la festa si trasforma in lotta per la sopravvivenza. Su Facebook, invece di fare l'upload di foto della festa, si ricordano i morti: facebook.com/pages/Love-Parade/112133608798126 è la pagina ufficiale dell'evento che conta oltre 3.300 fan. Ecco due dei tanti video caricati su YouTube che testimoniano quanto accaduto:



Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'