martedì 15 giugno 2010

Video British Petroleum BP, disastro caffè alla riunione!

La video-parodia virale che impazza su Facebook vede una disastrosa riunione alla British Petroleum (BP) mentre viene, accidentalmente, versato un bicchiere di caffè sulla scrivania: panico e soluzioni una peggiore dell'altra. In poche ore oltre 700 mila visualizzazioni, su Facebook e YouTube non si clicka altro. Eccovelo qui riproposto in tutta la sua ironica tragicità:

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'ascesa di Facebook in Italia ed il declino di MySpace

Vincos Blog ha pubblicato oggi una analisi della diffusione dei social network negli ultimi 4 anni in Italia: Facebook, MySpace, Badoo, Netlog e Twitter hanno vissuto momenti di gloria e di declino (a parte Facebook e Twitter, tutti gli altri sembrano lottare per la sopravvivenza sul web). Già nel 2006 il fenomeno MySpace imperversava sui monitor di mezzo mondo ed in Italia è arrivato solo nel 2007, seguita poi dai social del "rimorchio" Badoo e Netlog che hanno visto un vero e proprio boom perdurato tutto il 2008 fino all'inarrestabile ascesa di Facebook, vero fenomeno mediatico e culturale degli ultimi anni. Diverso target (Badoo e Netlog puntavano tutto sull'allacciamento di nuovi amori o amicizie, Facebook invece al consolidamento di quelle esistenti), diverse comunità, divise anche dall'età media degli utenti (l'utente tipico di Badoo ha meno di 20 anni e frequenta un istituto scolastico, quello di Facebook ne ha almeno 10 in più e lavora), diversa diffusione a livello planetario (Facebook onnipresente, gli altri social sono decisamente più "latini e calienti"). E Twitter? Il network del cinguettio sembra un caso a parte, semplice ed immediato, è stra-utilizzato dai vip di mezzo mondo: non è raro trovarsi a conversare con i politici o con le star di Hollywood, inglese permettendo. Eppure in Italia non funziona affatto, con appena più di 1 milione di visite al mese a fronte delle decine di milioni per Facebook: all'orizzonte non c'è sito più digitato, richiesto, chiacchierato di lui... Lunga vita al social network in blu!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Sara Izzo la Miss Italiana per i Mondiali

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Google AdSense su Facebook? Quasi...

Non è un mistero che i guadagni AdSense/AdWords maggiori li offra lo stesso Google: parlare di Big G su un blog specializzato rende cifre considerevoli per ogni click effettuato, a volte anche superiori ai 2-3 euro per unità. E' capitato in questi giorni che anche Facebook sia stato "colonizzato" dal colosso di Mountain View con una pubblicità mirata tutta dedicata ai Mondiali 2010: qui in Italia appariva, ovviamente, un bannerino per trovare i locali che trasmettessero in diretta streaming la partita Italia - Paraguay. Facebook da questo punto di vista è ancora in ritardo, e probabilmente le sue floride casse strariperebbero di milioni e milioni in pubblicità se solo sapesse sfruttarla a dovere... Mark Zuckerberg dovrebbe imparare dalla concorrenza, Google docet!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'