giovedì 20 maggio 2010

Il Pakistan blocca Facebook e YouTube: blasfemi!

Dopo Facebook è oggi toccato a YouTube: il popolare network di condivisione streaming dei video degli utenti è stato reso inaccessibile in quanto il governo del Pakistan ritiene "blasfemo" e contrario all'Islam il materiale in esso contenuto. Anche Facebook era stato bloccato dall'Autorità Pakistana delle Telecomunicazioni (APT) per gli stessi motivi, in particolare aveva suscitato scalpore un concorso di caricature sul profeta Maometto. La data di sblocco di entrambi non è stata ovviamente comunicata: un caso precedente però risale al 2007 quando il blocco perdurò per circa 1 anno.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'