sabato 6 marzo 2010

Domenica 7 marzo Mauro Day a Roma

Gli agguerritissimi fan del gruppo su Facebook a favore di Mauro Marin del Grande Fratello 10 stanno organizzando, per domani domenica 7 marzo, un raduno a Roma nei pressi della stazione Anagnina (capolinea della Metro A) e vicino alla casa di Cinecittà. Gli oltre 365.000 fan desiderano dimostrare tutto l'affetto per il concorrente trevigiano con un concerto degli Spezie Dorada, il gruppo che ha composto l'"Inno a Mauro". Ricordiamo che il fan club ha impressionato tutti per la compattezza dimostrata nei televoti svoltisi finora: tanto che la produzione del GF10 si è vista costretta a ripescare Giorgio per dare un minimo di suspance in più ad una puntata finale altrimenti scontatissima. Ricordiamo che Mauro ha spazzato via al televoto sia Carmen che Veronica (con percentuali pari all'81 e all'80%)... Che sia un modo per far coalizzare i fan di Maicol e quelli di Giorgio? Staremo a vedere lunedi, per il momento, su Facebook Italia, la partita non ha proprio storia!

---

Aggiornamento del 7 marzo 2010: l'iniziativa dei "mauriani" ha avuto un discreto seguito, oggi, come da programma, è avvenuta l'invasione pacifica di Cinecittà, ecco una delle foto scattate da Antonio Saccoccio davanti agli Studios. Le altre foto sono visibili qui: facebook.com/photo_search.php?oid=162567803107&view=all

---

Aggiornamento dell' 8 marzo 2010: i risultati del sondaggio
sono, ancora una volta, a senso unico... Alla domanda "Chi vorresti vincesse il Grande Fratello 10" i 492 utenti di Facebook Italia hanno così risposto:
1) MAURO Marin - 295 (59%)
2) GIORGIO Ronchini - 79 (16%)
3) CRISTINA Pignataro - 50 (10%)
4) ALBERTO Baiocco - 35 (7%)
5) Non lo so / Non mi interessa - 33 (6%)

E' stato l'ennesimo plebiscito, tra poco più di un'ora conosceremo il verdetto ufficiale!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Trovato autore gruppo contro bambini down

Un ragazzo cingalese di 19 anni è stato denunciato con l'accusa di istigazione a delinquere perchè responsabile di aver aperto il gruppo choc su Facebook che inneggiava contro i bambini down. Lo riferisce la questura di Roma a seguito delle indagini portate avanti dalla Polizia Postale della capitale e di quello di Catania. Il ragazzo ha subito confessato ammettendo di essere l'autore della pagina incriminata, giustificandosi però che l'aveva fatto per trovare molti amici.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'