lunedì 25 gennaio 2010

Miss Facebook Mirela Ghita nei 12 scatti del calendario FGM04 2010


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Rapiti dagli alieni? No, da Facebook!

I rapimenti ufo, tornati di moda dopo l'uscita nelle sale cinematografiche del (deludente) film "Il Quarto Tipo", non c'entrano nulla, anche se gli effetti potrebbero essere simili. Una indagine presso il Policlinico Gemelli di Roma ha messo in evidenza le problematiche legate all'Internet Addiction Disorder. In soli tre mesi all'ospedale romano che cura la sindrome di dipendenza dal web sono arrivate tantissime richieste di aiuto da adulti sotto i 40 anni e da giovanissimi, intrappolati in un tunnel ossessivo di chat, aggiornamenti di stato su Facebook e giochi di ruolo online. Tantissimi i casi di ragazzi che si fingono un altro e, sotto mentite spoglie, contattano la propria ragazza sul web per vedere come si comporta: tale comportamento porta inevitabilmente al deterioramento del rapporto che finisce per diventare paranoico. Il gruppo più numeroso è però costituito dagli adolescenti, che sviluppano, a furia di giochi di ruolo, forti deficit sociali, emotivi ed affettivi nella realtà che tendono ad isolarsi dal mondo esterno. Infine ci sono i dipendenti da Facebook o Twitter che restano connessi giornate intere fino a notte inoltrata, con gravi disagi a livello psicologico che innescano comportamenti patologici e voyeuristici. Internet, a conti fatti, rapisce davvero, e gli oltre 60 casi curati in soli 3 mesi a Roma dimostrano come la cyber-dipendenza sia una malattia reale!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

140 milioni di email spam al giorno nel 2010!

E' prevista per tutto il 2010 una vera e propria ondata di email spam: la società americana Cisco dichiara che i volumi di traffico non desiderato aumenteranno del 30-40% rispetto ai volumi attuali portando la quantita di email spam giornaliere a circa 140 milioni! Il problema è l'aumento di persone che fanno click sui link contenuti in queste email indesiderate col risultato di installare a propria insaputa sul pc software malevoli: ciò è dovuto alla fiducia che viene riposta nel mittente, ecco perchè gli spammers hanno iniziato ad utilizzare le email sfruttando le amicizie di Facebook (350 milioni di utenti non sono affatto pochi) che si aggiudicherà la palma come società più colpita dal phishing nel corso del 2010! Tra le altre, anche società bancarie, postali e finanziarie... Un podio davvero poco invidiabile!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'