martedì 12 gennaio 2010

Facebook login al volante sulle prossime Ford

A Las Vegas la Ford ha presentato una serie di automobili che supportano la connessione al web e permettono di effettuare il login a Facebook, Twitter e agli altri social network mentre si è in macchina. Entusiasta il CEO della Ford, un pò meno le riviste di auto nonchè le associazioni dei consumatori: permettere l'accesso ad Internet o semplicemente aggiornare lo stato su Facebook mentre si viaggia può compromettere seriamente l'attenzione di chi guida il mezzo e quindi causare incidenti! Tali gadget montati su auto di serie sarebbero quindi sia poco utili che pericolosi per la sicurezza stradale. Per non parlare dell'aumento del prezzo di listino...

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Come trovare i dati delle persone su Internet

La privacy sul web è una cosa obsoleta: così Mark Zuckerberg ha liquidato i problemi relativi alla diffusione su internet dei dati personali degli utenti. Oggi presentiamo un servizio che permette, dato un nome e cognome di un utente, di raccogliere tutte le informazioni possibili su quell'utente, con un occhio di riguardo ai social network del momento: Facebook e Twitter. Il suo utilizzo è davvero semplice, basterà inserire nel campo di ricerca nome e cognome della persona che ci interessa e fare click sul pulsante di ricerca. In pochi istanti verrà aperta una pagina contenente gli indirizzi email, le foto, i link su Twitter, le identità su Facebook, i video personali postati su YouTube e tutto quanto riguardi quello specifico utente.
Ecco il link al motore di ricerca sui dati personali: 123people.it, buona sbirciata virtuale!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La censura in Iran oscura Badoo

Se in tutto il mondo Facebook è una realtà ben consolidata, Badoo in Italia sta invece vivendo un vero e proprio boom di iscrizioni, in particolar modo da parte di ragazzi e ragazze del centro-sud del bel paese alla ricerca dell'anima gemella o di amicizie più o meno virtuali. Badoo.com è una comunità che mal si presta alla propaganda politica o alla creazione di gruppi di protesta, eppure pochi giorni fa è stato censurato in Iran: agli oltre 250.000 utenti iscritti altro non è rimasto che prendere atto dell'ennesima limitazione della propria libertà personale e di espressione. Che Twitter e Facebook siano i prossimi nella lista nera del regime?

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'