venerdì 23 ottobre 2009

Il gruppo "Uccidiamo Berlusconi" cambia nome e logo, Facebook: non viola i termini di utilizzo

"Abbiamo controllato il gruppo "Uccidiamo Berlusconi", il contenuto e le discussioni interne al forum che parla diffusamente delle politiche di Berlusconi e delle sue dispute legali. Il gruppo in questione non viola i termini di utilizzo di Facebook. Abbiamo però chiesto agli amministratori di cambiare il nome del gruppo". Con queste parole il social network Facebook liquida il caso del gruppo anti-Berlusconi, che al momento vede oltre 23.000 iscritti.

Ma gli amministratori hanno fatto di più: oltre ad averlo rinominato "Berlusconi, ora che abbiamo la tua attenzione...Rispondi alle nostre domande" hanno cambiato il logo mettendo un segnale di stop con tanto di "vattene" sulla faccia del Premier. Indipendentemente da ciò, sia la polizia postale che la Procura di Roma stanno continuando le indagini congiuntamente.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'