martedì 13 ottobre 2009

Facebook, truffe e furti di identità

Da Sydney gli esperti di sicurezza informatica lanciano un allarme preoccupante: Facebook e gli altri siti di social network sono una miniera d'oro per i ladri di identità. Secondo gli studiosi, basterebbe rendere pubblico il proprio nome, cognome e data di nascita per consentire a truffatori di svuotare il proprio conto in banca.
I truffatori internazionali passano al setaccio i vari social network per ricorstruire i profili personali da sfruttare: "Informazioni apparentemente benigne come data di nascita, luogo di lavoro e dettagli sulla famiglia valgono oro per chi è intenzionato a rubare una identità". Al convegno è anche presente una nutrita rappresentanza della polizia romena, ritenuta la base di un racket globale di skimming: ad oggi l'Australia, vista la tecnologia ancora indietro utilizzata nei propri bancomat, viene vista come un facile obiettivo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'