mercoledì 17 giugno 2009

I team di Formula 1 per la proroga, ma Mosley frena: "Non c'è tempo"

I team di F1 aderenti alla Fota hanno scritto una lettera ai vertici dello sport automobilistico in cui chiedono di prolungare i termini dell'iscrizione all'1 luglio (dal 19 giugno, venerdì prossimo) per cercare un accordo sulle regole per il mondiale 2010 e per evitare un danno. La Fia però controreplica: "Prima iscrivetevi, poi discutiamo dei regolamenti". La polemica tra Max Mosley e la Ferrari, che sembra sempre più il destinatario finale delle ire del presidente Fia, contiuna in rete. Il sito della scuderia rossa replica oggi al duro comunicato pubblicato ieri dalla Fia. "Il tam tam continua sul web - si legge. - Oltre alle numerose email e prese di posizioni sul sito ufficiale nel forum e nella pagina di Facebook di Ferrari, ci sono da registrare varie iniziative di siti indipendenti che hanno lanciato petizioni e sondaggi. Il sito www.pitpass.com ha già raccolto quasi cinquemila firme virtuali a favore della Fota mentre il sito inglese www.F1fanatic.co.uk pubblica il risultato di un sondaggio in cui l'83% dei tifosi si dice d'accordo con la Fota".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

MySpace taglia il personale

Assunto quasi esattamente due mesi fa, di provenienza Facebook, Van Natta si è dovuto presto assumere l'onere di lasciare a casa qualcosa come 400 persone. La crisi prosegue, ma soprattutto avanza la terribile concorrenza degli altri siti di social networking: appunto Facebook, e l'arrembante Twitter. MySpace - che conta 125 milioni di utenti stabili, e mentre ha grande popolarità negli Stati Uniti, stenta negli altri mercati - come ci aveva spiegato il country manager italiano Francesco Barbarani, punta ora a una rivincita tra gli utenti Internet grazie ai contenuti premium e una maggiore qualità del prodotto.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook sviluppa il motore real-time

Facebook sta preparando una nuova sfida a Twitter cercando di sviluppare un motore di ricerca interno tutto nuovo. L'obiettivo è di superare gli evidenti limiti attuali per portare ad una nuova dimensione real-time attorno alla quale costruire un nuovo tipo di interazione con la community. L'annuncio arriva dal blog ufficiale: "Oggi abbiamo iniziato a testare una nuova versione di Facebook Search con un piccolo gruppo, appena una frazione di punto percentuale della gente di Facebook. Chi di voi è nel gruppo potrà trovare contenuti da persone, organizzazioni e figure pubbliche appena condivisi su Facebook".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'