sabato 21 marzo 2009

Quando il Blog uccide

Il giovane blogger iraniano Omidreza Misrsayafi, condannato nell'Aprile del 2008 a 2 anni e mezzo di carcere per propaganda contro lo Stato e per aver insultato i rappresentanti delle istituzioni, stava cadendo, come testimoniato da un altro detenuto, il medico Hessan Firouzi, in stato depressivo. Ieri dunque l’ultimo capitolo della sua breve vita, ancora da decifrare perfettamente, con la morte in infermeria. Suicidio hanno detto i funzionari del carcere all’avvocato del blogger che ha subito richiesto autopsia e ulteriori indagini. Siamo comunque ancora in attesa di un rapporto ufficiale. Tutto questo avviene in Iran, paese inserito nella lista dei "nemici di Internet" nel quale basta un commento su Facebook per finire in carcere.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'