mercoledì 18 marzo 2009

Chattare in Facebook con Firefox


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La polizia smaschera un aggressore grazie a Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook: dai un taglio all'inquinamento (e alle spese per la corrente)


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Il lato sociale di IBM

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Troppe buche a Firenze


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Apple lancia iPhone OS e Google e Microsoft non stanno a guardare

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Giornata contro le mafie: da qualiano il gruppo Facebook per ricordare Don Diana

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L’ufficio di collocamento del futuro? Twitter

Secondo un rapporto della International Labour Organization (ILO), nel corso del 2009, in tutto il mondo 51 milioni di persone perderanno il proprio posto di lavoro. Una prospettiva non certo allettante, che per essere degnamente affrontata richiede brillantezza, capacità di reinventarsi, di riproporsi sotto altra forma, di ricominciare. Tutte caratteristiche da qualcuno trasformate in un fenomeno che rischia di diventare il fenomeno dell’anno: offerte e richieste di impiego su Twitter.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Jaiku e Twitter: che futuro per il microblogging?

La "svolta" era già stata preventivata da tempo, quando Google aveva deciso di mutare radicalmente forma e sostanza di Jaiku, l'anti-Twitter dalle belle speranze, nell'ambito di un riassetto generale delle iniziative in sviluppo e lavorazione in quel di Mountain View. La transizione della piattaforma all'open source è completa, e ora chiunque potrà costruirsi il proprio motore di micro-blogging privato, purché che non si sposti di una virgola dai capaci server di Google.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'