lunedì 2 marzo 2009

I consigli di Sorrisi per corteggiare Lory Del Santo con Facebook


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Tiziano Ferro: non sono su Facebook e non ho la tv


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook nel mirino degli hacker

E' guerra tra gli hacker di tutto il mondo ed i social network, Facebook in particolare: stando a quanto si legge su riviste specializzate ed esperti del settore sicurezza online, in una sola settimana ben 5 attacchi massivi sono stati effettuati dai pirati informatici nei confronti della rete sociale più di moda degli ultimi tempi, con risultati però pessimi: a parte qualche rallentamento sui server, niente è stato finora sottratto dagli archivi di Facebook, nonostante i nuovi malware (tra i quali spicca la nuova release di KoobFace). Nel mirino degli hacker oltre alla creatura di Mark Zuckerberg anche altri social network.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Nel 2008, in calo reati odio razziale


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Il pericolo dietro le applicazioni Facebook

L'allerta lanciato da Sophos nei confronti di un attacco verso gli utenti del sito: il fatto che i vostri amici abbiano scaricato una applicazione Facebook non significa affatto che tale app sia ritenuta sicura, anzi, spesso è proprio il contrario. Così l'invito per tutti gli utenti del social network in blu è di prestare la massima attenzione a concedere autorizzazioni a siti terzi, soprattutto quando scimmiottano l'interfaccia di FB.com e richiedono le credenziali di accesso, le classiche indirizzo email e password di login. Le applicazioni sono diventate davvero popolari e la tentazione di scaricarne sempre di nuove è davvero irresistibile! Il problema è che però hacker e virus potrebbero accedere ai vostri dati personali e rappresentare una grave minaccia alla vostra sicurezza, anche online :(

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La gioia della mamma della piccola Sofia dopo il riaffidamento


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Sparire dalla rete

Iscriversi a Facebook e ad altri social network, caricare foto sul web, aprire un blog sono modi per condividere esperienze. Ma non è detto che sia possibile, un domani, cancellare queste informazioni. Non esiste una legge che obblighi i servizi online a cancellare i dati degli iscritti. Non dobbiamo mettere sul web materiale di cui potremmo pentirci.

  • Per sapere cosa è pubblico e cosa no, dobbiamo leggere le informazioni sulla privacy e su come cambiarle.
  • Quando ci si iscrive a un network si vuole condividere una parte della propria vita, e lo si fa in modi prima impossibili. Questa va vista come un'opportunità, da sfruttare con intelligenza senza troppe paranoie.
  • Anche online ho il diritto di sapere quali sono le regole, per esercitare una scelta consapevole. Ci deve essere un diritto all'oblìo, ma le azioni compiute sul web, sempre più numerose e corpose, devono essere riconducibili agli individui che ne sono responsabili. Ci vuole, insomma, responsabilità nei due sensi.
  • Per gli operatori la risposta ai timori sulla pubblicità dei dati non è la chiusura, ma l'educazione degli utenti, che però non sempre sono consapevoli di scelte fatte a monte e della possibilità di cambiarle. Inoltre quello che pensiamo di aver cancellato può rimanere anche per anni nei server delle aziende che ci hanno fornito il servizio. E questo gli utenti hanno il diritto di saperlo prima.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Una Quaresima senza cellulare, la Chiesa lancia il 'no sms day'


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Dinamo, obiettivo almeno 10.000 firme

Diecimila firme per dare la sveglia al territorio sassarese, portandolo a sostenere una realtà che va oltre lo sport. Il comitato «Per la Dinamo» si è costituito sabato pomeriggio in una affollata riunione tenuta al palasport, alla quale a nome della squadra ha partecipato Trent Whiting. A questo punto scendono in campo i tifosi, non a suon di slogan ma in maniera già operativa, concreta. L’obiettivo minimo sono le 10.000 firme, che verranno raccolte su internet attraverso facebook (il gruppo è “Quelli che tifano Dinamo Sassari...anzi la amano”), via mail all’indirizzo perladinamo@alice.it., sul topic Forza Dinamo di basketcafé, con dei banchi che verranno allestiti durante le partite casalinghe della Dinamo e «in tutti gli esercizi commerciali della città che presteranno l’adesione, e saranno riconoscibili grazie a una locandina affissa all’ingresso», spiegano i coordinatori.
I tifosi, per garantire maggiore visibilità all’iniziativa, entro la prossima settimana allestiranno il portale www.perladinamo.it, sul quale verranno pubblicate tutte le iniziative del Comitato, e verrà aggiornata periodicamente la situazione sulla raccolta delle firme.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'