martedì 24 febbraio 2009

Cremona su Facebook contro l'amianto

La protesta contro l'amianto approda su Facebook, in uno spazio creato dai cremonesi anti-discarica. I cittadini della provincia in cui la Regione Lombardia ha individuato due siti per lo smaltimento delle fibre velenose (Cappella Cantone e Cingia de' Botti), si sono mobilitati per fermare il progetto. Il tam tam sta gia' correndo sul web, attraverso il social network dove anche gli assessori hanno una loro home page. Tutti partecipano attivamente al dibattito nella bacheca virtuale. Il primo a partire e' stato il gruppo di 'cittadini contro la mega discarica di amianto a Cappella Cantone'. Un successo: da novembre a oggi, il numero di iscritti e' schizzato a 1.270.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Aladdin mette sotto controllo Facebook & Co.

E' annunciata per domani,da Aladdin knowledge Systems,la presentazione della prima soluzione industriale che offre applicazioni di controllo avanzate web 2.0 per i siti di social networking. L’ultimo aggiornamento del programma Aladdin eSafe, dovrebbe consentire alle aziende, non solo di bloccare o autorizzare l’accesso ai social network, ma anche di controllare specifiche funzioni al loro interno.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook in Cina conta solo 300.000 iscritti

E' il fenomeno più cool del momento, conta 175 milioni di utenti e spopola letteralmente sulla Rete. Ma, ironia della sorte, non ha successo in Cina, dove si trova la piu’ grande comunita’ di internauti del mondo, circa 300 milioni. Secondo statistiche non ufficiali, soltanto uno su circa 1.000 naviganti cinesi (in totale, quindi, 300.000) utilizza Facebook, la qual cosa conferma come Internet in Cina segua un suo mondo virtuale, nonostante gli sforzi delle grandi imprese del web a entrare in contatto con questa realta’. E’ gia’ successo in passato: Google, il motore di ricerca piu’ famoso del mondo, viene quotidiamente superato in Cina dal suo rivale locale, Baidu. Come portale di posta e di notizie, Yahoo fronteggia dal canto suo la dura concorrenza di Sina e Sohu mentre la cinese QQ e’ molto piu’ popolare della cliccatissima Messenger di Microsoft.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Gmail risorge, termina il panico

Nessuna motivazione apparente dietro il blocco. Il blog del gruppo non affronta l'argomento almeno fino alla sua risoluzione, così come nessuna spiegazione è al momento stata portata sul blog ufficiale Gmail. Solo nella pagina di supporto è comparsa una breve nota, nella quale sono stati ufficializzati i termini dell'intoppo senza comunque addurre motivazioni chiare al problema. 1.30AM Pacific Time è il momento in cui il down è iniziato. E non è uno stop senza conseguenze: quanti non erano pronti all'emergenza, infatti, si son trovati a dover affrontare una problematica gestione della posta, vedendo tramite l'eventuale notifier l'arrivo delle mail (il traffico della posta non si è mai fermato), ma senza potervi accedere tramite webmail: funzionante il Pop3, fermo il sito web.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook impoverisce il cervello dei bambini

Le attività cognitive dei più giovani rischiano di essere impoverite dall'uso di Facebook e di altri social network molto popolari. Lo ha affermato in un'audizione alla Camera dei Lord un luminare della neuroscienza britannica, Lady Greenfield, professore di farmacologia sinaptica al Lincoln College di Oxford, e direttore del Royal Institution.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook e gli altri: attento al profilo o rischi il lavoro

Ormai dovresti saperlo, le aziende cercano sempre più frequentemente su Internet informazioni su potenziali candidati dipendenti. Se hai mandato un curriculum a una società e stai sperando di esser chiamato, impegna il tempo a tua disposizione per ripulire la tua immagine online.
La tua vita è affacciata on line più di quanto tu possa immaginare: dalle tue utenze sui vari social network Facebook o MySpace si può capire quali passioni coltivi e quali amici frequenti, su Linkedin c'è il tuo passato lavorativo e i collegamenti con relative "raccomandazioni", ma non dimenticare anche i blog personali e gli interventi su quelli altrui.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Gli autoscatti su Facebook delle ragazze per Coed


E’ una campagna organizzata dalle rivista Coed: farsi mandare gli autoscatti delle ragazze. E così molti si iscrivono al gruppo su Facebook della rivista attirando fiumi di visitatori e curiosi sulle sue pagine. Gli scatti, rigorosamente allo specchio, permetteranno di far affluire tanti visitatori ed utenti sia sulla rivista che sul gruppo di Facebook intitolato "Sexy self-Shot MySpace Mirror": foto soft, ma nemmeno troppo, per lanciare la rivista.

E così il magazine invita a mandare le proprie opere ("grazie" sarebbe il termine più appropriato visto il materiale trovato sul gruppo FB) in cambio di un pò di celebrità. E' la duplice faccia del marketing: da una parte la voglia di apparire a tutti i costi e la mania di protagonismo tipica del mondo femminile, dall'altro la curiosità e l'interesse per le curve del mondo maschile. Sono tante le foto che si trovano sul network in blu legate all'iniziativa della rivista Coed. Nel corollario si spiega come esiste una sorta di generazione autoscatto: con internet puoi fare tutto e si può ottenere anche celebrità, basta mettere in bella mostra qualche cm di pelle scoperta per ottenerne in poco tempo... e sul web è la cosa più facile in assoluto!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Tutto il mondo usa Linux!

Chiunque faccia ricerca attraverso Google, telefoni, utilizzi infrastrutture per la telecomunicazione, nuovi televisori, nuove macchine digitali, telefoni attraverso cellulari moderni, entri in Facebook, compri un netbook, prelevi attraverso uno sportello ATM, ecc... È difficile pensare che esista qualcuno che non tocchi GNU/Linux ogni giorno, anzi, secondo Zemlin, sarebbe più opportuno chiedersi “chi non è utente GNU/Linux”. Incredibile, ma vero, per Facebook viene utilizzato Big-IP 9.4.6, un sistema embedded ad alta velocità contenente Linux. Per non parlare di YouTube e Google, anche loro a base Linux.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Miss Facebook Carnevale di Sciacca 2009 all’italia del mattino


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'