lunedì 23 febbraio 2009

Il poker su Facebook, gioca a Texas Hold em Poker

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook provoca il cancro

L'allarme arriva dallo psicologo Aric Sigman secondo cui troppo tempo passato su Facebook e MySpace comporterebbe un maggiore rischio di malattie come il cancro e la demenza. Se magari il rischio demenza e relativi disturbi mentali sono sotto l'occhio di tutti e pertanto facilmente prevedibili, visto che il social network per eccellenza, Facebook, viaggia spedito verso i 200.000.000 di iscritti (attivi!), la notizia disarmante è il possibile rischio di tumori, ictus, patologie cardiache e disturbi ormonali cui sarebbero sottoposti gli utenti dei social network.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Super telefonini: tutte le novità dalla fiera di Barcellona

Tra le tendenze che segneranno la storia di questa edizione c'è sicuramente quella delle mutazioni tecnologiche. Non soltanto perché Acer, uno dei più importanti costruttori di pc al mondo, si butta nella grande arena dei cellulari e smartphone (per la verità ci aveva già provato qualche anno fa). Il perché non è difficile da capire, visto che si calcola che al mondo siano in circolazione qualcosa come 4 miliardi di telefonini. E questo spiega anche perché, sui telefonini, puntino con convinzione un po' tutti. Le grandi firme della moda non sono una novità. Ma, ormai, un cellulare non se lo nega più nessuno. Uno degli stand più battuti di Barcellona, infatti era quella della Sagem Wireless, azienda che costruisce cellulari per conto terzi (tra i suoi clienti c'è Piquadro, HelloKitty e Porsche).

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

DDL sul testamento biologico: preentati quasi 600 emendamenti

Sono ben 585 gli emendamenti presentati da maggioranza ed opposizione al disegno di legge sul DAT (Dichiarazione Anticipata di Trattamento). Considerando che si tratta di solo una decina di articoli e che nessuno ha deciso di fare ostruzione, la mole è cospicua. Intanto c'è da notare una forte mobilitazione su Facebook ed in generale su Internet. Le manifestazioni contro la stesura di questo disegno di legge aumentano ogni giorno. Ormai appare certo che, a fronte di una approvazione di una legge così malfatta, la mobilitazione per la raccolta firme per avere il referendum appare scontata e con ottimi risultati, a giudicare dalle "bellicose" intenzioni in tal senso di tante persone. Quello che sorprende invece è l'assoluto silenzio della classe politica!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'urlo dei vip su Facebook "Salvate il Gp di Monza"

C’è il pilota della Toyota di Formula Uno, Timo Glock, e il collega nel Gran Turismo Alessandro Balzan. C’è il manager della MotoGp Carlo Pernat e il driver Dindo Capello. Ma ci sono pure la fiorettista Valentina Vezzali, l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini e politici locali di entrambi gli schieramenti come il vicesindaco di An Dario Allevi e Vincenzo Ascrizzi di Rifondazione. Insieme ad altri diecimila (almeno per ora) appassionati e affezionati della Magica Pista, hanno deciso di schierarsi contro il rischio che Roma possa portarsi via la Formula Uno.

Potere della rete e di FACEBOOK che ha "imprigionato" milioni di utenti in tutto il mondo. Per il tam tam è bastato un attimo. Poche settimane e il gruppo "500.000 firme per salvare il Gp di Monza" ha superato i diecimila iscritti e tutti i gruppetti che sono spuntati alla rinfusa nella rete. "Roma sta tentando di scippare il Gran Premio d’Italia a Monza, uno dei più prestigiosi circuiti e appuntamenti motoristici mondiali. Aiutateci a trovare 500.000 adesioni per scrivere al Presidente del Consiglio di non avallare questa folle eventualità", il biglietto da visita del gruppo che vuole essere, nelle intenzioni del fondatore, Alex D’Agosta, vedanese di fresca adozione, un blog democratico dove tutti, monzesi e pure romani, possano dire la loro.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Solidarietà, adottiamo il futuro

L’associazione nolana Quelli dell’83, nell’ambito dei suoi fini istituzionali di solidarietà, lancia la nuova iniziativa “Adottiamo il futuro". E’ un impegno per la lotta alla fame, alle malattie, all’ignoranza, alla schiavitù, alla violenza. Attraverso l’educazione scolastica e dando ad ogni bambino/a la possibilità di crescere fra la sua gente, aiutato dai suoi valori, rompendo così il giogo dell’ignoranza e della povertà che rende schiavi anche nella propria terra. Tutto ciò con un programma di adozioni a distanza. Con un euro al giorno si adotta un bambino della Papua Nuova Guinea nella missione di don Ciro Biondi, sacerdote nolano mandato da Cristo in quelle terre lontane. Con questa piccola somma giornaliera si garantisce lo studio, le spese alimentari e mediche di un bambino che senza il nostro aiuto non avrebbe mai la possibilità di guardare al futuro con speranza. E’ un gesto di pace che si realizza attraverso un atto di giustizia. Don Ciro scrive “Agli uomini e alle donne di buona volontà Dio ha affidato il destino di tutti i suoi figli. A quelli che hanno conosciuto l’amore Dio ha affidato il compito di donare se stessi affinché l’amore cresca e sia la forza motrice dell’universo. A quelli che hanno conosciuto il suo perdono e la ricchezza della sua paternità Dio ha dato la responsabilità di diventare padre e madre, fratello e sorella, amico e amica, figlio e figlia di coloro che hanno il diritto di essere amati per divenire uomini e donne che guardano al futuro con speranza”. Tutte le informazioni sul blog dell’associazione o sulla pagina di FB facebook.com/group.php?gid=48452551327.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La faccia nascosta di Facebook

«I social network hanno architetture volutamente poco sicure e con bassi livelli di privacy, perché il valore è nei dati e dev'essere facile registrarsi. Questo però rende molto semplice il furto di dati o aprire la porta ai predoni dei botnet». Ovvero, ai criminali virtuali che, sfruttando la disattenzione dell'utente, infettano il pc e ne prendono il controllo remoto, senza lasciare tracce. Scopo? «Inviare spam, phishing, usare la memoria per scaricare, ma anche per azioni illegali o carpire password». In fondo, ci sono vittime ben più celebri delle mie. Lo conferma Acquisti: «Durante la campagna elettorale Usa, ci è cascata Sarah Palin: sono entrati nel suo account di posta su Yahoo e hanno pubblicato documenti riservati. FaceBook è un ottimo cavallo di troia per chi ha cattive intenzioni, perché non è sicuro ma gli si attribuisce sicurezza. In realtà, il 30% degli account sono fasulli e c'è un mercato miliardario per i ladri di dati. Più si è famosi e più si è a rischio».

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'Italia di Facebook

Il Portale Ufficiale - Guinness World Italy Italia Facebook INLEF pagina ufficiale sul social network in blu fondato da Mark Zuckerberg ora viaggia tranquillamente sui 200 milioni di utenti attivi

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Le spie nel flusso dei dati in Internet

Forse un giorno non penseremo piu', e sara' la macchina ad agire per noi. Fantascienza? Nient'affatto, secondo il numero uno di Google, Eric Schmidt, che ha recentemente spiegato ai giornalisti come il suo motore di ricerca sara' presto in possesso di una tale mole di informazioni sugli utenti da essere in grado di rispondere da solo alle domande personali che li riguardano -professione ideale, attivita' del tempo libero, ad esempio. Insomma, Google potra' sapere di noi piu' di noi stessi. La cosa e' possibile per la varieta' dei suoi servizi: ricerca di dati, profilo personalizzato, posta elettronica, agenda, notiziari, annunci, carte geografiche. Chi li usa spesso, rivela inconsapevolmente la propria personalita'. Un'altra miniera per i segugi dei dati personali e' rappresentata dalle reti sociali, come Facebook, che ha appena superato i 175 milioni di associati. Sono 175 milioni di persone che svelano la propria vita attraverso foto, commenti, critiche, opinioni.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'arte del "tifar contro" spopola su Facebook

Il "GRUPPO DI QUELLI CHE A INTER-MANCHESTER TIFANO MANCHESTER" non sembra proprio aver bisogno di presentazioni, e raduna sotto la stessa bandiera ex rivali storici come milanisti e juventini. Tra chi esagera sperando che "Cristiano Ronaldo faccia 10 goal nella partita di andata contro l'Inter in Champions" e chi vaticina un "11marzo2009 - Inter eliminata dal Manchester United!", una boccata d'aria per i bistrattati nerazzurri la regala il gruppo che invita "tutti a tifare Chelsea" contro la Juventus. Il Manchester non agita però solo i sonni dei nerazzurri, ma risveglia anche i fantasmi di quel drammatico, per i tifosi giallorossi, 10 aprile 2007. Sulla strada della Roma stavolta non ci saranno i Red Devils ma i Gunners. I tifosi della "magggica" ci credono, nonostante il periodo nero per quanto riguarda il capitolo infortuni, e qualcuno riadatta il motto obamiano in un molto più casereccio "Roma-Arsenal: SE PO' FA' ". Romanisti esentati dalle gufate? Neanche per idea, anzi c'è chi pensa che la trasferta londinese possa assumere contorni addirittura più inquietanti della disfatta di Manchester: "ARSENAL-ROMA 7-0".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Studenti picchiati, adesso lo scontro è nella rete

Sono passati pochi giorni dall'aggressione a tre ragazzi di Azione universitaria, ma la tensione è ancora altissima. Dopo la conferenza stampa tenuta dal Popolo della Libertà sabato mattina e la solidarietà espressa da più parti politiche è la rete a raccogliere i commenti dei cittadini bergamaschi. L'imminente inaugurazione della sede di Forza Nuova a Bergamo e la contromanifestazione dei centri sociali non servono a placare gli animi, che, anzi, si stanno infuocando anche con minacce molto pesanti. La scintilla che fa scattare l'orda di commenti è una frase scritta sulla pagina Facebook di Impegno sociale, circolo di Alleanza Nazionale: "Piena solidarietà con Zac attaccato vigliaccamente con spranghe dai compagni. Noi siamo pronti… venite venite".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La battaglia a Risiko tra i social network

Come in una bella partita a Risiko , su questa mappa si può vedere la battaglia mondiale tra i social networks. Le rilevazioni sono fatte solo sul traffico generato rilevato da Alexa e non sul numero di utenti. Come si evince sotto, pare che Facebook stia guadagnando diversi stati ma la conquista del globo è ancora lontana ed alcuni networks locali sembrano non temere per nulla la sfida dei grandi player!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Svelata l'identità del Kunst

Il fenomeno Facebook colpisce ancora! Per giorni il popolo terlizzese del web si è chiesto cosa fosse il misterioso Kunst. Kunst non è solo un gruppo virtuale, è nato prima nella realtà. Facebook ha funzionato da cassa di risonanza.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook party di Cefalù "On the beach"

Sono aperte le iscrizioni al gruppo per l'organizzazione che in estate prenderà via:
IL FACEBOOK PARTY DI CEFALU' & SICILIA denominato "on the beach".

Il link, per aderire ed innescare il passaparola è il seguente : http://www.facebook.com/group.php?gid=50162495897, a breve vi manderemo tutte le info e date sul programma che si svolgerà nella località turistica siciliana. Grazie e a presto faccialibri.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

L'appello di una madre disperata: "Ridatemi Adham, rapito da papà"

"DA 109 GIORNI non ho notizie di mio figlio": Alessia Ravarotto è una madre disperata, ma che non smette di lottare. Dal 4 novembre 2008 non sa più nulla del piccolo Adham, 3 anni e sei mesi, rapito dall’ex marito egiziano Mohammed Essa. Alessia, 38 anni originaria di Padova, vive da 9 anni a Sharm el Sheik, la più nota località turistica del Mar Rosso. Nel settembre 2001 sposa Mohammed (il matrimonio sarà poi registrato in Italia) e un paio d’anni dopo aprono insieme una attività di videoperatori subacquei. Adham nasce in Italia, il 4 agosto 2005 e ha doppia cittadinanza: italiana ed egiziana.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Chi ha ucciso il vecchio blog?

Blog, addio. La massa nella Rete ti saluta e se ne va, attratta da un altro buco della serratura da cui guardare il reale. Un buco stavolta così ampio che a pensarci bene - ma senza rifletterci troppo - potrebbe far entrare tutto il mondo. Ce ne andiamo da quelle pagine di scrittura fitta fitta, che ora, confrontata con gli stitici commenti e status di Facebook, somiglia in modo preoccupante a un libro travestito da pagina web. Tutto a un tratto, i blog pesano, assorbono energie, richiedono tempo e neuroni. Te li devi cercare, sapere quale url digitare in un mare che è diventato troppo grande e frammentato, mentre Facebook è Uno, è tutto lì e puoi guardare dentro le vite degli altri minuto dopo minuto, proprio come in un reality.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

La guerra a colpi di cuscino arriva in Piazza Duomo

Il 7 marzo Piazza Duomo si trasformerà in un campo di battaglia. Alle 15.30 un segnale prestabilito darà inizio allo scontro e chiunque si troverà a tiro sarà travolto a colpi di lattice e piume d'oca. Unica arma concessa: i cuscini. E' una guerra all'insegna della voglia di tornare bambini quella del "pillow fight", che dopo gli appuntamenti di Roma, New York, Milano, Toronto, Buenos Aires e Londra è arrivata fino a Parma grazie al tam tam di Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Faccia da Facebook




Non faccio in tempo a imparà ad usà Myspace che subito mi dicono di farmi Facebook...
Hai visto? Ce sta Cristina su Facebook, quella che alle medie la faceva vedè a tutti... è rimasta 'na troia! Spizzate le foto!
In quattro giorni scopro di avere 462 amici, me chiedo perchè esco ancora con i soliti 4 stronzi...
No, non me lo faccio Facebook... è da sfigati!
Ecco, bravo, allora rimani iscritto su Badoo che sei più figo!
Perchè mi parli sulla chat di Facebook quando stai connesso pure tu su MSN?!?! Lo vedi che sei un cojone?!
Sono costretto ad inventarmi un nick divertente pure per Facebook... non bastava quello di MSN!!!
Mi pubblichi una foto delle elementari in cui faccio schifo e poi mi dici quanto sono tenero: DOVREI VENIRE A PRENDERTI A RANDELLATE SULLE GENGIVE SOTTO CASA!!!
Ti aggiungo come amico ma se t'incontro per strada non ti saluto!
Metti il profilo privato per non far vedere le tue foto ma poi mi acceti l'amicizia... te chiamano VOLPE!!!
Che bello dover perdere 40minuti a rifiutare le richieste di applicazioni e giochi di merda vari!
Vi colga un infarto stanotte, teste di cazzo!
Non capisco perchè mi commentano le foto persone che non c'entrano nulla... se dovrebbero fa' un po' i cazzi loro!!!
Francesca lunedì passa da single a fidanzata, martedì passa da fidanzata a situazione complicata...venerdì sera già me la so' scopata: m'hanno deto che è una fedele!!!
Ormai le e-mail non le controllo più, aspetto che mi arrivino messaggi privati...
Qualcuno mi suggerisce un'amicizia... io je suggerisco d'annà a fanculo!
Ogni giorno mi aggiunge qualche ragazzo! Non ce la faccio più, sono tutti dei maiali!
Non te sei chiesta perchè??? Forse se togli dall'avatar quella foto con le tette di fuori non te se incula più nessuno!
Hai visto le foto di Daniele? Pare che s'è sposato... e sti cazzi non ce li metti?!?!?!
Ancora mi commenti le foto? Non c'hai proprio un cazzo da fa'!
Ammazza che fregna che è diventata Ludovica! Mo' ce provo!
Ecco, allora comprete un biglietto per l'Australia... perchè vive lì da due anni con un indiano!
Non te sei chiesto che se nun ce vedemo da anni non è per mancanza de contatti? Fatte un esame de coscienza!
Mi hanno invitato ad entrare nel gruppo del liceo: non l'hanno capito che a me quella classe faceva schifo?!?!?!
Anche oggi tra Facebook e MSN non ho concluso un cazzo! ... e domani c'ho pure l'esame!
Carina la chat de Facebook... la potevano fa' più piccola!
So 6 mesi che c'ho Facebook e ancora no ho capito l'utilità del SuperWall...
Venerdì sera sono stato invitato a un evento... che peccato! Quel giorno avrò la febbre!
Non ti bastava pubblicare le foto??? Adesso ce metti pure i video su Facebook... fai pena e compassione!!!
Ci vediamo su Facebook stasera? Te ce vedi te e i tre quarti della palazzina tua! Brutta sfigata demmerda!
Sei iscritta su Facebook da 4 anni e ancora non c'hai 'na foto sull'avatar...m'hanno deto che ce capisci de Internet!!!
Vabbè, s'è fatta 'na certa... mi metto a letto, ma tengo il computer acceso: non sia mai me dovesse contattare qualcuno su Facebook!!!
Dedicato a tutti quelli che amano oppure odiano Facebook... Un mondo di pecore!

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'