giovedì 19 febbraio 2009

Facebook è cancerogeno: "I siti di social networking provocano tumori e problemi mentali"

Tumori, ictus, patologie cardiache e problemi mentali. Sono gli effetti che potrebbe avere una frequentazione eccessiva dei social networks su internet, a partire dal più grande e famoso, Facebook. L'annuncio-choc arriva dallo psicologo Aric Sigman, che ha esposto la sua tesi sulla rivista Biologist dell'Istituto inglese di Biologia.

Facebook e simili, secondo l'esperto, riducono il contatto fisico tra le persone, con enormi effetti biologici: il maggiore isolamento potrebbe modificare il modo in cui i geni funzionano e sconvolgere le risposte immunitarie, i livelli ormonali e la funzionalità delle arterie. Compromettendo anche le prestazioni mentali.
Tutti effetti negativi che, spiega Sigman, potrebbero aumentare il rischio di cancro, ictus, malattie cardiache e demenza.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Su internet i romeni chiedono scusa all'Italia

Su internet i romeni chiedono scusa al popolo italiano. Le pagine on line dei giornali di Bucarest che parlano di quanto sta accadendo in Italia sono tra le più frequentate e commentate. Su Realitatea.net un navigatore dice: «Mi sembra terribile quanta cattiveria facciano persone con la mia stessa nazionalità», e invia «scuse sincere e con tutto il cuore al popolo italiano».

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'