venerdì 6 febbraio 2009

Facebook alla svolta

Schiacciato dal peso del suo stesso successo e dagli onerosi costi di gestione, il più famoso social network del mondo è ad un punto cruciale della sua vita online, tra privacy, uso e abuso della piattaforma e soprattutto poco remuneratività di FB. Questi gli impressionanti numeri di Facebook nel mondo:

  • Utenti iscritti al sito: 150 milioni
  • Utenti che si collegano dal telefono mobile: 20 milioni
  • Minuti spesi sul sito in 24 ore: 2,6 miliardi
  • Utenti che aggiornano il loro status una volta al giorno: 13 milioni
  • Foto caricate in un mese: 700 milioni
  • Video caricati in un mese: 4 milioni

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Su Facebook la donna col seno record


Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Troppo Facebook deprime le ragazzine

I ricercatori della Stony Brook University hanno radunato un campione composto da 83 ragazze tredicenni di cui hanno esaminato le vite: la scuola, la famiglia, gli amici, le relazioni, gli stati d'animo. Poi, dopo un anno, le hanno incontrate di nuovo e hanno tratto le loro conclusioni. Quanto più le ragazze discutono online dei loro problemi emotivi, relazionali, romantici, tanto più sarebbero soggette alla depressione. Quanto più frequentano i social network come Facebook (citato in quanto è il più famoso, anche se in realtà gli adolescenti amano di più Netlog o Badoo.com), tanto più ne rimarrebbero ossessionate e ripeterebbero sempre le stesse cose che, a causa della reiterazione, acquisterebbero dimensioni gigantesche. Così le ragazzine non riuscirebbero a vedere la via d'uscita, candidandosi al Prozac.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Eluana e Facebook, oltre 6000 scrivono a Napolitano per non firmare

"Caro Presidente Napolitano, nonostante i suoi recenti richiami alla moderazione riguardo all'uso dei decreti legge, apprendo con ansia il comunicato del Presidente del Consiglio dei Ministri, col quale annuncia un provvedimento sotto forma di decreto legge volto chiaramente a bloccare l'esecuzione della sentenza della Corte di Cassazione, riguardo il caso della Sig.ra Englaro".
Comincia cosi' la lettera inviata gia' da oltre seimila persone attraverso il social network Facebook al Capo dello Stato per chiedergli di non firmare il decreto legge approvato dall'esecutivo. "Mi chiedo - continua la missiva - se il Governo si renda conto che tale decretazione e' in contrasto con l'art. 77 della Costituzione, vista l'indimostrabile natura di 'straordinaria urgenza' e con l'art. 101 poiche' si configura come una vera e propria censura politica di una sentenza definitiva, minando la base elementare di uno stato di diritto, la divisione dei poteri". "Scrivo a lei - e' la conclusione del documento - che e' il Garante della nostra Costituzione, a lei che sapra' di certo vigilare sulla deriva meramente decisionista di provvedimenti di questo tipo e preservare il potere legislativo del Parlamento, l'unico organo delegato dal popolo per rappresentarlo, cui spetta la sovranita' della Repubblica".

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Da Messenger a Facebook, in Italia è boom dei social network

Inutile girarci attorno: in Italia stiamo assistendo al boom del web 2.0, ed in particolare di Facebook divenuto una vera e propria icona delle community online e che cresce più velocemente rispetto agli altri paesi della comunità europea.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Il Curve 8900 pensato per Facebook

In arrivo in questi giorni sul mercato Curve 8900, smartphone che amplia la gamma BlackBerry. Come tradizione per l'azienda, anche Curve 8900 è dotato di funzioni internet avanzate: oltre al BlackBerry Internet Service per e-mail, messaggistica, agenda e browser tramite connessione EDGE e Wi-fi, presente una nuova applicazione pensata appositamente per Facebook.
Tra le altre caratteristiche non mancano GPS, tastiera QWERTY completa, trackball per la navigazione tra i menu e supporto per schede microSD/SDHC fino a 16 GB da affiancare ai 256 MB di memoria integrata. Il display da 2,4" è dotato di risoluzione 480x360, mentre la fotocamera offre 3.2 MP, autofocus e flash, con possibilità di registrazione video.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook sposa OpenID

A due mesi di distanza dal lancio del suo servizio Connect, Facebook ha da poco annunciato il suo ingresso nell'OpenID Foundation Board come membro sostenitore. Una decisione inattesa, che sembra ribaltare la scelta dello scorso dicembre, quando il famoso social network decise di proporre ai suoi utenti Facebook Connect per semplificare la gestione dei numerosi account per utilizzare i servizi del Web 2.0, collocandosi inevitabilmente come antagonista dell'analogo servizio OpenID. Facebook così segue Google, Microsoft, PayPal e gli altri colossi del web verso lo standard aperto per la gestione delle identità online.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Password Facebook: il metodo per recuperarla

Facebook ha compiuto proprio ieri la veneranda età (per un servizio online) di cinque anni ed ha raggiunto un livello di popolarità tale da diventare una specie di moda collettiva, un fenomeno mediatico globale. Una delle ricerche che vanno per la maggiore su FB consiste nei metodi per recuperare una password di login a Facebook. Ovviamente, se l'account non è il vostro, precisiamo subito che non si fa, perchè si tratta, nè più e nè meno, di un reato. Ufficialmente, per trovare la password dimenticata non esistono al momento programmi o strane procedure (tipo F5 ripetuto 7 volte). Però in tanti ci contattano chiedendo la veridicità di un certo metodo per cercare le password del social network in blu tramite un profilo falso. Sul web gira voce che il metodo del profilo di appoggio dal quale chiedere l'amicizia al profilo della password dimenticata ed, una volta eseguita la procedura, si preme esattamente 7 volte l'aggiornamento della pagina tramite F5 e la password appare in basso. Ovviamente, l'abbiamo scritto più volte, è una burla, chi, sano di mente, crederebbe ad un bug così clamoroso sulla piattaforma Facebook?

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Facebook è nel mirino del Ddl Sicurezza

Un emendamento al Decreto sicurezza ha come obiettivo sanzioni per i siti Web, accusati di incitare al crimine. I Provider dovrebbero filtrare le pagine Web, inneggianti a mafia, reati e terrorismo

Facebook in questi mesi è salito alla ribalta della cronaca con gruppi di sostegno ai nazisti, ai mafiosi, alle Br eccetera. D'ora in poi i siti Web, accusati di incitare al crimine, finiranno nella rete del Ddl sicurezza del governo. Lo ha permesso un emendamento al Decreto sicurezza, frutto del lavoro del presidente dei senatori dell'Udc, Giampiero D'Alia. "In caso di accertata apologia o incitamento, il ministro dell'Interno - riporta iltesto - dispone con proprio decreto l'interruzione dell'attività indicata, ordinando ai fornitori di servizi di connettività alla rete internet di utilizzare gli appositi strumenti di filtraggio necessari a tal fine, applicando sanzioni pecuniarie per gli inadempienti". I Provider dovrebbero filtrare le pagine Web incriminate.

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'