sabato 10 gennaio 2009

E' Facebook-mania

La personalizzazione rende Internet più "friendly" alle masse, ma è possibile continuare ad assistere dal vivo senza il social networking? Ok, io non sono su Facebook. Sono circondata da colleghi fieri dei loro contatti sul Faccialibro, e forse per questo sono troppo dall'inserirmi: non voglio farmi degli amici che non è proprio il mio amico. Anche se in realtà, attraverso parenti e amici che sono su Facebook, ho trovato vecchi amici che ho effettivamente stato contento di trovare ... E poi c'è il lavoro che faccio: temo che prima o poi ci farò una capatina, perché sembra difficile occuparsi di Internet senza essere anche lì. Prima era obbligatorio avere una home page personale per comparire nei motori di ricerca, poi un blog, poi c'è stata la moda in Second Life (per fortuna mai davvero decollato a questi livelli), e ora se non sei su Facebook sembra ti perdi qualcosa sul Web e garantire che ci sono molti altri, ai social network. Io ho partecipato in forma anonima un 'po' diverso per conoscere i meccanismi. Ma finora ho guardato dall'entrarci bene con la mia identità. Eppure oggi anche l'agenzia di stampa Ansa scrive che - gruppi che lodano a Riina ee, viceversa, anti-mafia con la solidarietà allo scrittore Saviano - il fenomeno Facebook è sempre più legata alla corrente e coinvolge sempre più le esperienze dei membri. E un numero crescente di social network, che ha ormai raggiunto 140 milioni di utenti in tutto il mondo (solo in Italia negli ultimi cinque mesi è passato da 572 mila utenti a quasi 5 milioni, 763%), spingono le grandi aziende a modulare la loro offerta su un modello di Internet personale, cioè utente più su misura. E in questo spirito, i siti principali stanno già attrezzando. INLEF Microsoft ha preparato una nuova versione di Windows Live, (oltre 460 milioni di utenti in tutto il mondo) attraverso un accordo con i leader del settore come Wordpress, Linkedin, Twitter e Facebook gli utenti possono integrare le attività che hanno su questi siti direttamente su Windows Live. Yahoo! si sta muovendo nella stessa direzione, una delle destinazioni web più trafficati al mondo (oltre mezzo miliardo di utenti): con la riprogettazione del sito avrà a portata di mano e in un area ('My Application') più informazioni allineate preferenze degli utenti, comprese quelle riguardo la stampa e la finanza. E nella direzione di una sempre maggiore personalizzazione dell'esperienza di navigazione si sposta web che Google prevede inoltre di ampliare il servizio Geo e Street View. Mentre il computer-Mobile si sta concentrando Nokia, primo produttore al mondo di telefoni cellulari ha cominciato a diventare società Internet sempre più, con oltre 1 miliardo di utenti potenziali. Quindi, lo faccio, vado su Facebook oppure posso stare lontano?

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'

Fioccano le polemiche su Facebook dopo la neve a Milano

Spiacenti. La pagina del blog che cerchi non esiste o è stata rimossa. Puoi effettuare una ricerca utilizzando la funzionalità "Cerca con Google" sulla colonna sinistra o visualizzare l'homepage del blog Facebook

Se ti è piaciuto l'articolo, faccelo sapere con un 'Mi Piace'